Lacryma Christi del Vesuvio DOC Bianco Donna Grazia

Sei un operatore commerciale e questo prodotto ti interessa? Contattaci: info@machebuono.org / 3402117259

Lacryma Christi del Vesuvio Bianco D.O.C.

Lacryma Christi del Vesuvio Bianco D.O.C.

Peso: 750 ml

Annata: 2019

Zona di produzione: Vesuvio: comuni di: Boscotrecase, Trecase, San Sebastiano al Vesuvio e Massa di Somma e parte dei comuni di: Ottaviano, San Giuseppe Vesuviano, Terzigno, Boscoreale, Torre Annunziata, Torre del Greco, Ercolano, Portici, Cercola, Pollena Trocchia, Sant’Anastasia e Somma Vesuviana.

Coltura: Altezza minima 150m. s.l.m. a 400m. s.l.m., terreni vulcanici con ricchissima presenza di sali minerali.

Raccolta: Inizio della vendemmia tra l’ultima decade del mese di Settembre alla prima decade del mese di Ottobre.

Vinificazione: Fermentazione in bianco in serbatoi di acciaio a temperatura controllata.

Colore: Giallo paglierino.

Profumo: Al naso è gradevolmente vinoso, intenso, ricorda le ginestre vesuviane con tonalità fruttata che vanno dalla mela cotogna all’ananas, banana, pesca gialla.

Sapore: Secco e leggermente acidulo, ben strutturato con sentori di frutta e di mandorle di notevole persistenza aromatica e note minerali.

Vitigni: Coda di volpe all’80% (localmente chiamata “caprettone”) e falanghina al 20%.

Gradazione alcolica: minima 12%.

Produzione: Massima di 100 quintali per ettaro, resa obbligatoria alla vinificazione non superiore al 65%.

Degustazione: Il “Lacrima Christi del Vesuvio bianco” va servito ad una temperatura di 8/10° ed in calici moderatamente ampi.

Accostamenti: Piacevolmente abbinato a sautè di vongole, crostacei, grigliata di pesce, antipasti, risotti verdure, formaggi freschi e tortini di ricotta profumati alla erbe.

Note: Considerando la natura del territorio vulcanico ove si inerpicano le viti è straordinario verificare l’intensità dei sapori e degli aromi sprigionati.

L’azienda nasce nel gennaio del 2006 con il nome di “donna Grazia srl” in onore dell’uomo che è stato il secondo padre di Grazia Formisano, Don Ferdinando Saviano, che così chiamava la consorte del primogenito Francesco Saviano. Dall’aria respirata nella casa di famiglia sita in Ottaviano, Napoli, ove vive da ormai 20 anni e per l’esperienza acquisita fin da piccola con il padre Salvatore, nelle terre vulcaniche di Torre del Greco e Trecase, alle falde del Vesuvio, lungo quel litorale baciato dall’effervescenza della brezza marina, donna Grazia, con la grande passione per la cultura del vino e dei prodotti della terra vesuviana, suo habitat naturale, insieme a suo marito Francesco Saviano, ha iniziato un percorso di ricerca di vitigni autoctoni e di prodotti della natura in quella zona geoclimatica avente un terreno di origine vulcanica.
Oggi, i figli collaborano vivacemente alla continua crescita ed espansione dell’azienda.

Peso .75 kg

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Lacryma Christi del Vesuvio DOC Bianco Donna Grazia”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *