I formaggi di Masseria de Tursi pronti alla ripartenza

E’ un periodo complicato per tutti e anche l’offerta dei prodotti della Masseria de Tursi si adegua ad esso.

Giuseppe de Tursi e i suoi collaboratori, sempre decisi a mantenere un livello qualitativo elevato per i loro formaggi pecorini biologici, hanno deciso di lanciare un’offerta commerciale che possa farli trovare sul banco delle gastronomie a un costo interessante per i rivenditori. Semistagionato, stagionato, riserva, affinati, ricotte stagionate sia bianche che affumicate saranno proposti in questo periodo a un prezzo significativamente scontato.

La qualità, il sapore, il profumo di questi pecorini a latte crudo, provenienti da Strongoli, in provincia di Crotone non variano e ci aiuteranno ad affrontare ogni momento difficile.

Per ogni informazione potete contattare il +39 3402117259.

Scheda della Masseria de Tursi

La Masseria De Tursi è sita nel marchesato di Crotone, più precisamente in località “Murgie di Strongoli” uno dei più interessanti e suggestivi SIC (Sito di importanza Comunitaria) della provincia di Crotone, dove ancora oggi la tradizione si coniuga con piani e progetti di sviluppo sostenibili.

Nata dalla passione di Luigi De Tursi, nei lontani primi del novecento, è oggi condotta dal figlio Giuseppe, che quasi come allora, mantenendo invariati gli originari metodi della pastorizia rurale, le antiche tradizioni legate alla produzione e alla trasformazione artigianale del latte e dei suoi derivati è riuscito ad integrare il tutto nel pieno rispetto delle regole igienico sanitarie dettate dai severi regolamenti CEE vigenti.

Condotta con metodo biologico dal 1994 si estende su una superficie di 105 ettari tra seminativi e pascoli tutti destinati all’alimentazione delle pecore condotte solo al pascolo.

La produzione dei formaggi fatta con solo latte delle pecore di proprietà, è limitata alla produzione di pecorino ricotta biologica.

Pur con l’introduzione delle innovazioni che la tecnologia casearia ha reso disponibili, il processo di lavorazione tradizionale è stato mantenuto intatto. Il latte fresco di pecora proveniente da greggi allevate praticamente allo stato brado su pascoli naturali, viene trasferito quotidianamente presso il centro di lavorazione, dove viene misurato, analizzato, filtrato e lavorato a crudo come nella millenaria tradizione della pastorizia.

Il pecorino è fatto con criteri antichi: caglio naturale, stagionatura in locali a temperatura ambiente (su tavole di legno di faggio) con “giratura” periodica settimanale e ungendolo una volta al mese con olio di oliva.

La Ricotta pecorina bianca preserva la delicatezza della ricotta fresca esaltandone gusto e bontà in maniera intensa, può essere consumata stagionata, come formaggio da grattugiare. La ricotta affumicata con legno d’ulivo o arancio, preserva tutte le caratteristiche della ricotta bianca, ma con un sapore più intenso dovuto all’affumicatura.

Facci sapere cosa ne pensi...